Facile da Raggiungere, Perfetta per Isolarsi: LA VACANZA DEL 2020 è A PANTELLERIA

Share:
Manca poco a Pasqua e poco di più all'estate... la voglia di vacanze e di staccare con tutto inizia a farsi sempre più forte, lasciando alle spalle stress e preoccupazioni. Pantelleria ancora una volta si rivela la meta perfetta, in ogni periodo dell'anno e in ogni momento: raggiungibile in un'ora di aereo o tutt'al più con una notte di nave, è comunque distante abbastanza per concedersi una vacanza a stretto contatto con la natura, lontano da tutto e da tutti, sempre però con il massimo delle comodità a disposizione.

IL DAMMUSO, LA VACANZA A PANTELLERIA HA INIZIO!
Che scegliate il versante ovest con i suoi tramonti infuocati, con il cielo così terso da lasciare intravedere l'Africa, o quello orientale con le sue innumerevoli cale da scoprire, Pantelleria vi darà una granitica certezza: ad accogliervi ci sarà sempre un dammuso. L'architettura tipica e unica al mondo che caratterizza l'isola è un esempio di incredibile equilibrio tra paesaggi e costruzioni, rendendo così la casa non solo un luogo dove stare, ma dove vivere in armonia con la natura.
Immersi in rigogliosi giardini mediterranei, spesso con vista mozzafiato sul mare, i dammusi sono gli spazi perfetti per rilassarsi, prendere il sole, leggere un buon libro, circondati solo dal rumore del vento e dal profumo della salsedine. Non solo: tanti sono dotati di piscina, la soluzione ideale per chi non ha voglia di uscire ma desidera comunque fare un bagno.

COSA FARE IN VACANZA A PANTELLERIA
Con un perimetro di oltre 50 km, Pantelleria è una delle isole più grandi del Mediterraneo , caratterizzata da numerose e imperdibili bellezze naturali. Vediamone alcune.

Acque termali
La natura vulcanica dell'isola si rivela nelle tante sorgenti e acque termali che caratterizzano il territorio: una su tutte, il famosissimo Specchio di Venere, un'incantevole gemma azzurro-verde dove le acque a temperature elevate creano un'argilla da utilizzare per veri e propri peeling; le piscine naturali di cala Gadir; le grotte di Nikà e Sataria, sul versante occidentale di Pantelleria, entrambe caratterizzare da acque curative: cosa c'è di meglio di un bagno ristoratore guardando il sole che si immerge nel mare? Infine, per chi non vuole l'acqua, ecco i vapori della grotta di Benikulà, da godersi mentre lo sguardo si perde dalla piana di Monastero fino all'orizzonte del mare.

Il mare di Pantelleria
Un territorio vasto, dove è quasi impossibile trovare un luogo affollato o non riuscire ad isolarsi: la costa pantesca è caratterizzata da numerose cale e calette e da tanti altri suggestivi punti mare accessibili solo in barca. Solo per citarne alcuni: il Bue Marino, Karuscia, Kattibuhale, Cala Cinque Denti, Cala Cottone, il laghetto delle Ondine, la Scarpetta di Cenerentola, Cala Gadir, Cala Levante, Cala Tramontana, l' arco dell’Elefante; e ancora gli scoglietti del Formaggio, Martingana e Balata dei Turchi, fino all'estremità meridionale di Punta Li Marsi, per risalire lungo il versante ovest con Nikà, Scauri, Sataria, Mursia, Suvaki e Punta Fram. C'è solo l'imbarazzo della scelta, ricordando di portare sempre delle scarpette da scogli e che tante località, anche se non sono sabbiose, sono facilmente accessibili.

Il territorio
Per chi non ha voglia di mare, i numerosi sentieri che percorrono Pantelleria permettono di fare trekking e lunghe passeggiate in bici. Una menzione d'onore per Montagna Grande: oggi parco Nazionale, la montagna sovrasta il paesaggio dell'Isola ed è un luogo tutto da scoprire per le meraviglie naturali che la caratterizzano.

La cucina pantesca
Dopo il mare e le passeggiate, è ora di mettersi a tavola davanti a un menu più che invitante. Imperdibili il cous cous pantesco, a base di pesce; i capperi, orgoglio dell'isola, da gustare in insalate, antipasti e pietanze tipiche; la sciaki sciuka, con ortaggi di stagione e a km zero; i ravioli ripieni di ricotta e menta e per concludere in dolcezza, gli irresistibili baci panteschi, accompagnati da un buon bicchiere di Passito, l'altra grande gloria della Perla Nera.

La valigia è già pronta, vero?

Dal Blog