Il Nuovo Raccolto dell'Isola: la Canapa a Pantelleria

Condividi:
A Pantelleria è tempo di vendemmia e di raccolta di capperi e olive, ma non solo. Da quest'anno sull'isola si è aggiunta una nuova, sorprendente coltivazione; o meglio, si tratta di un ritorno dopo tanti anni di messa al bando per motivi proibizionistici: la canapa Sativa, detta "Canapa Light".

La coltivazione della canapa a Pantelleria

Tra vigne, ulivi e cappereti, una nuova sfumatura di verde si è aggiunta dunque alla già ricca palette cromatica pantesca, con la presenza di circa mille piante la cui coltivazione racconta un'antica tradizione legata al settore tessile e che oggi è caratterizzata da tantissimi utilizzi, da quello terapeutico a quello alimentare fino a quello ricreativo

Questo perché negli ultimi due anni alcune trasformazioni normative e un rinnovato interesse a livello comunitario e nazionale – la coltivazione della canapa in Italia è disciplinata dal DPR 309/1990, - hanno ridato slancio alla produzione della pianta: e così quest'estate 2018 ha portato il primo raccolto legale di canapa anche a Pantelleria. Secondo Assocanapa, è legale coltivare una varietà di canapa presente nel Catalogo europeo dei sementi, seguendo le giuste procedure Ue e dimostrando di avere un contenuto di Thc inferiore allo 0,2%. Dalle coltivazioni biologiche e controllate è possibile quindi ottenere piante e semi di canapa legali, certificati e in regola. A curare tutto il processo di coltivazione e raccolto di canapa a Pantelleria è Fabio Farina, titolare anche del primo shop dedicato alla canapa sull'Isola. Esattamente come per la vendemmia, anche per la canapa si scelgono le piante pronte al raccolto e all'essiccazione in ambiente secco; poi si compie la potatura a terra, il tronco viene cimato e la pianta muore.

Come si usa la canapa legale a Pantelleria

Tanti gli utilizzi del prodotto ottenuto, dall'aromatizzazione di olio e pasta con cannabis alle bevande, fino all'alimentazione: i semi di canapa contengono infatti una vasta gamma di aminoacidi essenziali e per questo fanno parte della lista degli alimenti proteici per eccellenza. E ancora: infiorescenze in barattolo, tessuti e materiali naturali legati alla bioedilizia e all'architettura ecosostenibile. Senza dimenticare l'importantissima funzione terapeutica che i cannabinoli sono in grado di svolgere, per cui la stessa Agenzia per l'agricoltura di Pantelleria intende presentare un progetto per sottolineare gli effetti benefici sulla salute umana delle erbe medicinali. 

Una coltivazione estremamente duttile per utilizzi e che rappresenta un'ulteriore, interessante opportunità per lo sviluppo e l'economia di Pantelleria sempre in armonia con le risorse a disposizione e con la natura circostante.

Dal Blog